Mazzarri e Moratti gridano allo scandalo… Torino favorito dall’arbitro!

Si dice che la vita sia più facile quando si vincono le partite, ed in effetti le conferenze stampa dei vincenti, sono generalmente più rilassate di chi ha incamerato una sonora sconfitta, o un pareggio da dover digerire avendo subito un goal a tempo scaduto. Nè sa qualcosa Giampiero Ventura che più di una volta si è dovuto presentare ai microfoni di radio e TV da perdente e spesso anche da perdente danneggiato, perchè non dimentichiamoci che il Torino nella stagione appena iniziata, ne ha già subite di cotte e di crude, tra rigori inesistenti concessi agli avversari nei minuti di recupero, fuorigioco non fischiati, rigori non concessi, ecc.

Purtroppo si sa, gli arbitri che siano in buona fede o meno, fanno il proprio mestiere e alla fine, l’unica cosa saggia da fare, sarebbe quella di evitare di cercare sempre l’alibi dei propri fallimenti, nelle altrui colpe, cercando di migliorarsi ed evitare che gli episodi diventino decisivi. Anche perché si vince sempre segnando un goal in più degli avversari.

Moratt

La partita di ieri sera, tra Torino e Inter, è stata la ciliegina sulla torta di una giornata calcistica al cardiopalma che ha visto la Juventus rimontata dallo 0-2 al 4-2, in poco più di 5 minuti, fatali alla vecchia signora, che subisce una sconfitta colossale contro gli odiati rivali della Fiorentina, e la Roma sempre più sola in testa al gruppo, capace di inanellare otto successi, su otto partite. Una gara sicuramente condizionata dalla sacrosanta espulsione di Handanovic al 5′ del primo tempo, che l’Inter, anche grazie alla complicità di Padelli, stava quasi per aggiudicarsi, ma che Bellomo ha ristabilito al 90′ con una punizione magistrale fischiata per un fallo di Wallace.

In una giornata pirotecnica, non poteva mancare il colpo di scena finale, ovvero la faccia imbarazzata di Branca che si presenta ai microfoni delle tv, cercando grottescamente di spiegare ai media, che il mister Mazzarri, non era presente perché contrariato dalle avverse decisioni arbitrali. Non c’è che dire, un gran biglietto da visita per la nuova Inter dello sceicco Thohir, che alla prima uscita, non rispettando le condizioni contrattuali, consente al suo mister di disertare le conferenze stampa, non sapendo forse, che è proprio dai diritti tv, che la sua Inter percepisce gli introiti maggiori, vista la sua assenza dalle coppe. Ma soprattutto la totale assenza di sportività di un mister che già a Napoli aveva dato segni di squilibrio, in più di una occasione e che ieri sera ha solo dimostrato di essere rimasto lo stesso.

Intanto il signor Mazzarri sarebbe pregato di studiarsi meglio il regolamento, visto che non esiste nessuna clausola che afferma che un fallo da ultimo uomo in area, non comporti il rigore e l’espulsione se commesso entro i primo minuti di gioco, e andare a discutere su una punizione concessa al 90′ in una posizione di per se non pericolosissima, è alquanto ridicolo, ma comunque in linea con un personaggio che in quanto a mancanza di eleganza non ha da invidiare nulla a nessuno. E a proposito di eleganza, non ha fatto mancare il suo discreto commento anche Moratti che ha sottolineato come l’Inter sia stata penalizzata dall’arbitro nella gara contro il Torino, e che lo sceicco dovrà farci l’abitudine a queste cose! Unico caso in cui una grande si lamenta di subire torti arbitrali contro una piccola, e gran colpo di commiato del signor Moratti!

Tornando a Mazzarri, forse ha forse seguito fino a ieri sera le gare del campionato indonesiano, invece che la serie A, per non essersi reso conto che proprio contro il Torino, la squadra forse più penalizzata di tutto il campionato dalle decisioni arbitrali, non era il caso di agire in questa maniera al cospetto del suo collega Giampiero Ventura che nonostante tutto, si è sempre presentato alle interviste del dopo gara, anche quando ci sarebbe stati motivi molto più seri per essere furiosi contro la terna rispetto a quelli che hanno spinto Mazzarri  a disertarle.

Ma si sa, l’eleganza non abita di certo ad Appiano Gentile, e Mazzarri è il perfetto interprete di questa società, ovvero l’uomo giusto nel posto giusto, con una scusante in più, ora potrà infischiarsene di tutto e fare l’indiano, anzi l’Indonesiano.

 

Comments

  1. Francesco says

    Bravissimo!!! aggiungerei che questa è la forma di agire di chi vuole creare la sudditanza a proprio favore….. hanno un antisportivitá vergognosa, chiaro che non si presenti ai microfoni. forza Toro

  2. alberto says

    questo allenatore è lo stesso che ai microfoni di sky non ebbe il coraggio di dire che il gol di amoruso in samp -toro vi ricordate era regolare (buon allenatore persona molto squallida)

Trackbacks

  1. [...] mister che in linea con il suo personaggio, e come altri suoi colleghi (vedi Mazzarri), si agita come un pazzo in panchina, va a fine gara, a fare ironicamente i complimenti al [...]

Rispondi a alberto Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>