Mercato: cessione illustre per il Torino

Sembra essere arrivata al capolinea la telenovela di Danilo D’Ambrosio al Torino, come riporta infatti Sport Mediaset, sembra che sia stata l’Inter di Thoir a bruciare la concorrenza, offrendo al Torino denaro contante a differenza delle altre società che provavano ad inserire come contropartita qualche scarto di magazzino.

La cifra che l’Inter pagherebbe al Torino per il trasferimento del giocatore dovrebbe essere pari a circa 2 milioni d’euro, che rapportata al valore effettivo del giocatore, sembra effettivamente molto bassa, ma se si considera che lo stesso lascerebbe comunque il Torino per zero euro a giugno, la somma proposta dai nerazzurri, soprattutto perché trattasi di denaro contante, sembra aver accontentato il presidente Cairo, che si sta occupando personalmente della trattativa.

Stando a Mediaset, sembra che D’Ambrosio, molto gradito a Mazzarri che sta cercando rinforzi sugli esterni per far ripartire l’azione, percepirà poco più di un milione a stagione per tre anni e mezzo di contratto, in linea con la nuova politica degli ingaggi nerazzurri che prevede di non superare i 2 milioni di euro a testa.

cairo2

In realtà la volontà dell’Inter sarebbe quella di inserire nella trattativa, una vecchia conoscenza granata per ridurre il denaro da versare nelle casse del Toro, ovvero quel Gaby Mudingayi, che proprio dal Toro cominciò la propria avventura calcistica in Italia. Sembra però che le riluttanze del giocatore ad accettare il trasferimento, e i dubbi di Ventura circa la sua integrità fisica, faranno propendere per il pagamento integrale dei 2 milioni.

Per il Toro quindi, sembra profilarsi la prima illustre cessione, frutto di un pasticciaccio fatto dalla dirigenza granata non abile a blindare un proprio gioiello a tempo e ora, lasciando andare il suo contratto troppo vicino alla scadenza, perché si potesse pensare che il giocatore  rinnovasse così a cuor leggero, specie dopo l’esplosione di questo inizio di campionato. Perdere un giocatore di quel calibro, in modo così stupido è stata una leggerezza non da poco per una dirigenza che dovrebbe invece vivere di plusvalenze. Speriamo almeno che per il Torino varrà il famoso proverbio “sbagliando si impara” e che si eviteranno in futuro leggerezze di questo genere.

 

Comments

  1. ascenzo bottoni says

    A CAIRO voglio consigliare un grande giocatore uno da toro ed è CRIMI è un trequartista fortissimo ventura dovrebbe conoscerlo un Po

Rispondi a ascenzo bottoni Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>