Dalla parte di Giovinco

Nella giornata in cui si parla, soprattutto, di Conte e del suo scontro verbale con Capello (di cui parlerò anche io nelle prossime ore, restate collegati!), scrivo questo breve post per prendere le difese di un calciatore della Juve, Sebastian Giovinco. I motivi sono tanti, eccone alcuni:

Giovinco è un prodotto del vivaio bianconero. In una fase storica in cui il calcio italiano fatica a “fabbricare” giocatori, che la Juve  abbia avuto la capacità di produrre così tanti giocatori di buon livello è motivo di vanto. Tanta è stata la soddisfazione, nel derby dello scorso anno contro il Torino, per aver vinto schierando ben tre ragazzi provenienti dalla giovanili: Marchisio, De Ceglie e, appunto, Giovinco.

Giovinco è, per chi vive a Torino, il classico torinese di seconda generazione: figlio di immigrati meridionali, nato a Torino e classico abitante della sterminata periferia della città della Fiat. E, come la maggior parte di loro, tifosi della Juve.

contegiovincoGiovinco è un ragazzo che, chiaramente, ha sempre dovuto lottare contro il pregiudizio (e il limite oggettivo) dell’altezza. Sin dai tempi del “mitologico” provino per il Torino, Giovinco è stato ritenuto troppo basso per giocare a pallone. Nonostante tutto, è riuscito a fare del calcio la sua professione.

Purtroppo per lui, Giovinco non è un giocatore da Juve. Ha avuto le sue possibilità nella piccola Juve pre-Conte, fallendo. Ha poi trovato nel Parma, squadra provinciale che da provinciale gioca (quasi sempre costretta a subire la partita piuttosto che a farla), la sua dimensione. Una stagione fantastica nel Parma ha convinto qualcuno (Marotta? Conte?) a richiamarlo alla Juve. Pagandolo anche parecchio.

Questo è il punto o uno dei principali punti che rendono Giovinco inviso ai tifosi della Juve. 12 milioni per la comproprietà di un giocatore che era già della Juve sono parsi, da subito, uno sproposito. Se tu cresci un ragazzo, ne cedi la comproprietà e poi la riacquisti per una cifra folle significa che hai chiaramente sbagliato. Hai sbagliato o quando l’hai lasciato andare via cedendone la metà o quando l’hai riacquistato a caro prezzo.

Ma è colpa di Giovinco se Giovinco è costato così tanto? E’ colpa di Giovinco se Giovinco non è uno da Juve? E’ colpa di Giovinco se in un attacco formato da Vucinic, Quagliarella, Bendtner e Anelka Giovinco ci può anche stare ma in un attacco formato da Tevez, Llorente, Osvaldo e Vucinic Giovinco diventa superfluo?

Giovinco non è da Juve ma gioca nella Juve. E per questa maglia dà il massimo. Non ha atteggiamenti da bimbo viziato, non gioca con superficialità. Giovinco la maglia la onora e chi gioca per la Juve dando il massimo per essa merita rispetto. E’ sacrosanto dovere del tifoso esprimere la propria opinione e anche il proprio disappunto (visto anche il prezzo pagato per un biglietto dello Juventus Stadium), però l’accanimento è stupido. Sì, stupido, perché ormai Conte, Marotta, Agnelli e Giovinco stesso hanno capito che è ora che il ragazzo di Beinasco prenda  una strada diversa da quella intrapresa sin da bambino. Ma ribadirlo ogni volta, anche quando Giovinco non ha giocato in modo insufficiente è atteggiamento non da vero tifoso.

 

Comments

  1. CAPUTO SALVATORE says

    Premetto che io la partita la vedo in un club : Giugliano/Villaricca 5 maggio 2002,io non voglio che Giovinco vada via dalla JUVE,ma che almeno dia il massimo per la maglia,se poi per lui i massimo e’ che perde palla e girovaga per il campo,senza costrutto e senza neanche il fatto di inseguire l’avversario,permettimi almeno di contestarlo.Scritto cio’ ho una vaga idea che Giovinco abbia un problema psicologico,nel senso che lui vuole strafare sempre perche’ e’ sempre in discussione,e questo mi dispiace,ma e’ sbagliato si deve stare concentrati e non lasciarsi andare,ripeto una cura con psicologo non fa mai male,grazie dell’attenzione !!!

    • Agostino Bianconero says

      Pienamente d’accoprdo con te,infatti io ho scritto sulla mia pagina di facebbok che Giovinco quando gioca, va sostenuto e non fischiato a prescindere come alcuni caproni fanno.(questo vale anche per gli altri,…. forse ancora due o tre,che non sono da Juve e li riteniano mediocri)poi a fine campionato li saluteremo e li ringrazieremo,Giovinco in modo particolare, perchè lui è nato è e sarà sempre juventino per tutta la vita.

Rispondi a CAPUTO SALVATORE Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>