Pagelle Inter-Torino 1-0. Male Cerci e Immobile, Toro in crisi…

PADELLI 6: prestazione discreta con alcune parate da buon portiere e una piccola colpa di posizione in occasione del goal che comunque ci può stare. Per il resto ha sempre risposto presente.

DARMIAN 6: gioca fuori ruolo e se pensiamo al Darmian laterale per lui oggi la prova sarebbe sotto tono, ma considerando che ha dovuto adattarsi arretrando di parecchio la sua posizione ha meritato ampliamente la sufficienza.

RODRIGUEZ 6,5: l’uruguagio non gioca da settembre nel derby di andata e messo in campo gioco forza da Ventura si dimostra insuperabile, vincendo molti contrasti e immolandosi più volte per evitare il goal. Un rientro più che positivo che potrà trasformarsi in una grossa risorsa per il finale di campionato

MORETTI 6.5: ci sarebbe da fargli i complimenti solo per il recupero lampo dopo l’intervento al menisco di 15 giorni fa, ma anche la sua prestazione è stata più che positiva, dando sicurezza ad un reparto privo dei suoi migliori elementi e inedito per questa stagione.

VESOVIC 5: un primo tempo da incubo quello del suo esordio in serie A, dove spesso si eclissa dal gioco dimostrandosi troppo timido e impacciato, diventando suo malgrado colpevole nell’occasione del goal di Palacio. Nel secondo tempo prende un po’ di coraggio e prova a combinare qualcosa, senza patire come nella prima frazione. Rimandato!

Inter vs Torino - Serie A Tim 2013/2014

BASHA 5,5: corre e lotta come al solito andando anche vicino al goal con un tiro da lontano, ma tecnica e precisione sono lontani parenti di quelle che sono le sue caratteristiche. Poco adeguato alla causa, specie quando c’è da costruire gioco. (st 39′ Meggiorini sv).

VIVES 5,5: la fase di impostazione non è il suo pane ed anche oggi lo ha dimostrato, ma anche la fase difensiva in questo sfortunato pomeriggio milanese non è stata impeccabile per il capitano di giornata. Si becca un giallo che lo lascerà fuori contro il Napoli (st 20′ Tachtsidis 5: ora in molti capiranno perché Ventura non lo aveva mai schierato. Completamente fuori forma, lento ed impacciato).

KURTIC 5: schierato come trequartista sbaglia tutto quel che prova a fare, passaggi, interdizione, impostazione. Una partita che definire negativa è poco ed infatti è il primo che va a farsi la doccia (st 12′ El Kaddouri 5.5: da un po’ più di vitalità alla manovra ma non incide particolarmente come spesso accade quando non entra in partita. Poca grinta e convinzione).

FARNERUD 4,5: la posizione di esterno sinistro è un’invenzione che di certo non gli dona, non sa che fare ne in fase difensiva che praticamente non fa ne in avanti. Forse la sua peggior partita, ma non è tutta farina del suo sacco. L’esperimento si spera sia definitivamente tramontato.

CERCI 5: avete presente il Cerci della nazionale? Ecco, l’esatto contrario di quello odierno, svogliato impreciso e poco disposto al sacrificio. In queste ultime settimane fanno più discutere le sue conferenze stampa che le sue prestazioni sul campo, almeno quando indossa la maglia granata. Il 50% del Cerci che non è più in granata sarebbe pregato di tornare almeno fino al termine del campionato.

IMMOBILE 5.5: tanta corsa e sostanza ma appare spesso poco lucido come quando fallisce l’unica occasione odierna del Torino. La nazionale sembra non aver giocato al suo rendimento in granata.

 

All. VENTURA 5: non era facile oggi reinventarsi una squadra senza troppe pedine ma l’aver confezionato un centrocampo privo di qualità, ha lasciato la coppia d’attacco troppo sola e isolata. Eccessivo il difensivismo del primo tempo, non è non giocandosi le partite che si risolvono i problemi, ed è impresentabile Farneroud come esterno.

 

Comments

  1. Umberto Perlo says

    Farnerud è stato catapultato lì a fare un mestiere non suo e a mio parere non ha sfigurato, se paragonato alle normali prestazioni di Pasquale. Padelli ha parato, secondo me, il parabile, la palombella (casuale) di Palacio lo ha superato e non ci poteva arrivare neanche con l’elicottero. In compenso la posizione era giusta. Vesovic era al debutto con i comprensibili patemi del caso, infatti nel primo tempo ha avuto delle difficoltà. Ma il ragazzo ha carattere e, a parte che si è preso responsabilità non obbligate sul gol, ha mostrato nel secondo tempo di saperci fare con mezzi atletici adeguati al ruolo. Cosa che non mi pare abbia l’altro esordiente Panagoulis. Tra Cerci e Immobile, insufficienti tutti e due, Cerci è stato migliore del compagno, che ha goduto di più libertà e non le ha sapute sfruttare, quindi i voti dovrebbero a mio pare essere invertiti.
    Circa la battuta , l’ho anticipata con “tutto il rispetto” per dare alla stessa quella lievità che non voleva essere in nessun caso offesa.

Rispondi a Umberto Perlo Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>