Cerci addio al Toro con polemica!

Pochi minuti fa è apparso sul profilo ufficiale di Alessio Cerci un lungo messaggio di addio al Torino e a i suoi tifosi. Ecco il testo integrale del messaggio:

Non è mai stato così difficile cercare di spiegare quello che provo in questo momento. Sono stati mesi complicati ,trascorsi tra tante domande e risposte difficili da trovare. Ho fatto tante ipotesi nella mia testa e nel mio cuore e sono tornato indietro nel tempo.

Ho pensato ai primi calci ad un pallone all’età di 7 anni,ho ricordato tutti i sacrifici e le difficoltà che mi hanno accompagnato durante la carriera,ho pensato ai sogni che facevo da bambino e che ho portato avanti fino ad oggi. Chiunque faccia questo mestiere desidera giocare in una grande squadra,confrontarsi coi campioni più forti del mondo e correre nei campi più famosi e prestigiosi. Sono stato combattuto fino all’ultimo minuto : fare il grande salto o restare nella città che mi ha ridato vita e gloria? Credetemi,ho aspettato fino alla fine una proposta valida e speravo che arrivasse con tutto me stesso,ma così non è stato.

Allora ho guardato con lucidità l’occasione che mi stava capitando,quella che mi permetterà forse e spero di prendermi tutte le soddisfazioni che aspettavo da sempre ,l’occasione che spero possa far capire a tutti che Cerci non è solo la testa calda che tanti hanno descritto per anni,che non è solo in grado di fare la differenza in un piccolo club,ma che può dire la sua anche al fianco di grandi campioni. Capite che non potevo rinunciare ad un’esperienza simile ? So che adesso ogni mia parola potrebbe sembrare la solita sviolinata fatta per dovere,ma sono sicuro che i veri tifosi del Toro sanno cosa sono diventati per me,cosa continueranno ad essere…quel gol contro il Genoa sarà per tutta la vita l’abbraccio più bello con la mia tifoseria. Ringrazio il mio Mister Giampiero Ventura perché è grazie a lui se oggi sto approdando in un grande palcoscenico come quello dell’Atletico Madrid,me lo aveva promesso e così ha fatto.

Grazie a tutto il Torino Fc,dal Presidente ai magazzinieri che mi hanno fatto sentire sempre a casa,amato e coccolato in ogni momento.Grazie ai miei compagni che mi hanno regalato sorrisi. Grazie ai miei tifosi che sono stati la mia forza .Io non lo so cosa ci sarà nel mio futuro,so però che la mia speranza è che questo sia solo un arrivederci con il colore che ha scaldato il mio cuore per 2 anni pieni di emozioni : quello Granata! Vi porterò sempre con me,con amore AC11

 

 

Comments

  1. eleonora pezzo says

    caro Alessandro Cerci…….quale sarebbe il “piccolo club”, il TORINO????? sei stato due anni in questa squadra e non conosci neanche la sua storia! Comunque addio io non ti rimpiangerò i mercenari non mi sono mai piaciuti, anche se ormai l’affezione alla maglia è quasi estinta, quando calciatori come te si nascondono dietro ai loro “sogni” invece di chiamarli “soldi” riesco ancora ad indignarmi.

  2. alessandro says

    se e’ vero che Cairo gli dava 1,5 Mln perche’ dice che non ha ricevuto proposte valide? con questo comunicato si dimostra ancora piu pagliaccio di prima e con tutto il cuore gli auguro di fare un grande FLOP,se lo merita

  3. Giacomo Saragosa says

    Ottima occasione persa per tacere.
    A questo punto auguriamo a lui la stessa carriera di Ogbonna a D’Ambrosio.

  4. giuseppe says

    “Credetemi,ho aspettato fino alla fine una proposta valida e speravo che arrivasse con tutto me stesso,ma così non è stato” ??

    Il dito e la luna…..e lo stolto.
    cairo vattene !

  5. silvio says

    a tutti va data una possibilità! (
    vedi Ciro in panchina)se pensi che la spagna sia la Tua grande occasione, allora auguri!!

  6. cristian says

    già solo che parla di torino come piccolo club si vede che davvero non ha capito…… in questi 2 anni. ciao ci vediamo fra 1 anno dopo che avrai fallito e litigato con simeone

  7. mauriz says

    Invece io sono con Alessio, è la sua occasione per giocare in palcoscenici importanti visto che in Italia solo il Toro e Ventura hanno creduto in lui, e poi amo il Toro, ma dire che siamo un grande club … mi sembra fuori luogo, bisogna essere realisti, il blasone è una cosa, l’attuale società è un’altra cosa cioè metà classifica,non facciamoci ingannare dallo scorso campionato che è stata un’annata eccezionale (che aspettavo da 20 anni). Alessio fa bene le bandiere dobbiamo mettercelo in testa non esistono più …Grazie Alessio per averci fatto vivere due stagioni esaltanti e in bocca al lupo ….

  8. Sauzer says

    Ciao Alessio,
    in te vedevo un po’ quello che i tifosi del Toro non vedono da troppo tempo. Senza andare troppo indietro ma nemmeno poco, posso citarti un Marco Ferrante sporco che calcia un rigore, si disfa un piede ma corre zoppicando a raccogliere la palla in rete per portarla in campo e non molla mai… oppure un “Tarzan” Annoni… un Roberto Policano… un cuore Toro insomma. Mi spiace perché le carte per diventare un simbolo per la parte granata della città le avevi davvero tutte.

    Non ti biasimo. I soldi comprano tutto oramai. Il calcio è uno schifo… Io lo seguo molto leggermente ormai., tra scommesse, favoritismi, sterili polemiche e voi calciatori agghindati come veline tirate a lustro per fare bella mostra quando vi inquadrano su Sky.

    Che posso dirti? Noi ti resteremo nel cuore? Peccato tu non sia voluto restare nel nostro… guarderemo con nostalgia le figurine di Annoni, Mussi, Policano, Bruno… Ognuno fa le proprie scelte.

    Detto questo, ti faccio i migliori auguri.

    • Kind says

      Sono d’accordo con te. E lo dimostrato ancora una volta prendendo Molinaro, Nocerino e adesso Amauri.
      Penso che Cerci sia sincero, e che fa bene ad andare a giocarsi la Champion, che sono sicuro vincerà.

    • manuel says

      ah si, invece quello di Calleri, Vidulich, Aghemo, Cimminelli/Romero (e senza dimenticare che erano i cocci dell’onestà di Borsano) solo per parlare degli ultimi 20 anni…quelli si che erano grandi club! Il Toro è da molto tempo che ha perso la nomea di grande club dal punto di vista dei risultati e su questo non si discute. Per me è un grande club per gli anni di storia gloriosa antecedente e per il fatto che è “IL MIO TORO” e sono nato granata da famiglia 100% granata due anni prima dell’ultimo scudetto (di cui ho impresso il mio primo ricordo di vita a soli 2 anni: le bandiere in tutta la città e il frastuono dei clacson). Poi senza voler a tutti i costi difendere Cairo che sa il fatto suo, se c’e’ un presidente che da 20 anni sta facendo rinascere almeno un po’ questa società (oltre ad averla fatta rinascere dall’essere fallita e quindi il NULLA!) è proprio il tanto odiato Cairo…

  9. mariano says

    non ti rimpiangeremo!!!sei un ottimo giocatore, ma del campione hai ben poco…grazie per i 16 milioni + bonus che hai portato in cassa!!!

  10. fausto says

    Grazie di tutto, i giocatori passano, gli uomini veri hanno fatto la nostra storia, la società è quella che conta, Forza vecchio cuore granata SEMPRE!

  11. Ernesto says

    Non sapevo che i miopi potessero giocare a calcio. Buona carriera Alessio. Conte ti ha già fatto capire quale sarà il tuo futuro

  12. Giacomo Pigni says

    Cerci….non montarti la testa…sei un giocatore mediocre che per due anni è stato baciato dalla fortuna…..ricordi l’ultima di campionato…il rigore alla fiorentina ?!?!?!
    Il tuo futuro??? Vedi Ogbonna, D’Ambrosio e anche il tuo amichetto Immobile…. Sarete proprio un bel quartetto…si, si.
    Sig Cairo….ci faccia un regalo per Natale…. Se ne vada…venda chiunque…italiani, russi, arabi o americani…..na se ne vada. Con le cessioni di questi due anni sarà sicuramente riuscito a pagare i debiti dei suoi rotocalchi di seconda/terza categoria e della tv la 7……. che penso guardi soli lei.
    SE NE VADA !!!

  13. Lucio says

    Va beh, giocare la champions……Credo che restando da Noi non l’avrebbe mai giocata…….Ad ogni modo non criticatelo, credo che ognuno di Noi che gli si prospetti di avere più prospettive nell’attività che svolge non cambierebbe azienda? Fatevi questa domanda….Una azienda mi offre di più e mi da la possibilità di migliorare la mia carriera , voi cosa fareste cambiereste azienda? E quindi sareste delle M…. per chi avete eseguito i lavori fino ad oggi?

Rispondi a giuseppe Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>