Pagelle Fiorentina-Torino 1-1. Il Toro non può perdere…

PADELLI 7: para il suo primo rigore da quando difende la porta del Toro e riesce anche a neutralizzare la ribattuta sulla sua respinta. Per il resto non deve fare interventi di rilievo, se non svariati disimpegni coi piedi che tengono in apprensione un po’ tutti, ma spesso per come gli viene restituito il pallone dai difensori. Sul goal di Salah poteva fare poco vista la posizione e la potenza del tiro che riesce solamente a smanacciare.

PERES 6: quando parte è devastante, accelerazione e dribbling che lasciano tutti a bocca aperta compreso i difensori avversari. Molto utile in fase difensiva anche se spesso si estranea un po’ dal gioco. Rischia molto quando esce palla al piede dalla zona difensiva ma gli va sempre bene, stasera…

MAKSIMOVIC 7: il migliore della linea difensiva sia in chiusura che quando è necessario tener palla per uscire dall’asfissiante pressing dei viola. Gioca una gara senza sbavature mettendoci una pezza in più di una occasione.

JANSSON 6,5: ha il compito più complicato della serata, ovvero quello di arginare il giocatore “senza patente”, quel Babacar che ultimamente è un brutto cliente per tutti. Va anche in difficoltà ma riesce sempre a venirne a capo dimostrando grande grinta e volontà. Sbaglia sul goal di Salah ma l’azione è talmente veloce che è difficile imputargli delle colpe

MORETTI 5,5: meno preciso del solito, un suo fallo di mani involontario avrebbe potuto causare un rigore contro i granata ancor prima di quello di Benassi e spesso va in affanno contro l’esplosività dei giocatori viola. Era il marcatore di Salah, e se lo perde in occasione del goal

MOLINARO 6,5: ottimo in fase di copertura dove macina chilometri per arginare gli attacchi viola, si fa vedere qualche volta anche in fase di ripartenza dimostrando di essere in un periodo di grande forma fisica.

BENASSI 5: la grossa ingenuità in occasione del rigore parato da Padelli è solo l’ennesima del centrocampista granata che troppo spesso regala punizioni e ora anche penalty a causa di interventi ampliamente evitabili. E’ molto nel vivo del gioco ma spesso fa la cosa sbagliata. Becca anche il giallo per un altro fallo inutile su Diamanti. (st 30′ GAZZI sv)

VIVES 6,5: gioca una gara sottotono, l’ennesima di una stagione in cui il napolentano stenta a decollare. In affanno a causa della velocità dei viola, rischia di provocare il secondo rigore con un fallo al limite dell’area, poco dopo quello parato da Padelli. E’ bravo nel finale a trovarsi al posto giusto nel momento giusto.

FARNERUD 4,5: il peggiore del Torino ed è strano che resti in campo per 85′. Lento, impacciato fa rimpiangere ampliamente l’El Kaddouri in formato Europa League. Serata no, condita da errori, passaggi sbagliati coi difensori viola che ringraziano e ripartono. (st 39′ AMAURI sv)

QUAGLIARELLA 5,5: partita in sordina per la punta granata che si fa vedere solo in occasione del colpo di tacco che mette Maxi Lopez a tu per tu con Tatarusanu. Per il resto viene imbrigliato dalla retroguardia viola. (st 21′ MARTINEZ 6,5: la sua vivacità e imprevedibilità lo porta a crearsi da solo un’occasione clamorosa che sciupa a causa dell’intervento di Gonzalo Rodriguez e dare il via all’azione del goal del pareggio)

MAXI LOPEZ 6: non una seratona per l’argentino che in coppia con Quagliarella, non un fulmine di guerra, fa più fatica che con Martinez. Torna spesso a lottare a metacampo ma resta, in una serata un po’ sterile, il più pericolo degli attaccanti, sparando addosso a Tatarusanu nel primo tempo e calciando a botta sicura sempre sul piede del portiere viola in occasione del goal di Vives.

All. VENTURA 6,5: a differenza della gara di Bilbao, questa sera il Toro lascia troppo spazio agli avversari che potrebbero trovarsi in vantaggio dopo pochi minuti e hanno il dominio territoriale in quasi tutti i 90′, sono proprio i suoi cambi che fanno la differenza, con  l’ingresso in campo di Martinez e Gazzi e Amauri che danno maggior peso all’attacco granata, permettendo di raggiungere un pareggio non meritatissimo, ma importante per continuare la striscia positiva che ora sale ad 11 gare.

 

Comments

  1. pomatto gabriele says

    Punto primo,padelli di rigore ne ha parato già uno,a cassano in torino parma la stagione scorsa in secondo luogo,il 4,5 a farnerud mi pare un pó esagerato.

  2. Carlo J. says

    Ciao Omar. Sono d’accordo quasi su tutto. Permettimi di dire che il 6 a Bruno Peres è a mio parere un voto basso. E’ l’unico giocatore a mettere sempre in apprensione i giocatori della fiorentina, quando parte in velocità, anche palla al piede. Ad un certo punto si è notato Montella dire a Vargas di recuperare in fretta la posizione proprio per il timore delle partenze del brasiliano. il raddoppio su di lui era costante. il 6 mi sembra un po’ basso. Soprattutto se dai 6,5 a Vives che secondo me, dopo Farnerud e Benassi, è stato tra i peggiori in campo. Tante palle perse, tantissimi falli, ha rischiato il rosso (e forse c’era) per il fallo su Ilicic lanciato a rete, insomma, ha il grande merito di fare il gol dell’1-1 ma un 6 andava più che bene. D’accordissimo su tutto il resto. ;-)

    • Omar Cecchelani says

      Su Bruno Peres ero combattuto, il 6 è perchè è stato spesso assente dal gioco e ha rischiato parecchio… diciamo che se avesse perso qualche pallone facendo i dribbling in difesa, forse sarebbero stati dolori… Ha potenzialità ma ho avuto l’impressione che si specchiasse troppo su se stesso provando numeri e ignorando spesso i compagni… Riguardo a Vives, voto alto solo per il goal, in fondo è importante essere nel posto giusto al momento giusto, anche se hai fatto “cagare” per 90′… :)

Rispondi a Carlo J. Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>