Pagelle Athletic Club Bilbao-Torino 2-3. Espugnato il San Mames! Questo Toro nella storia…

PADELLI 6,5: fa un paratone sulla punizione di Benat ed è sempre attento durante i 90′ minuti di corrida. La serata non è di certo delle più facili perchè il Bilbao ci mette l’anima e il campo bagnato, con annesso pallone scivoloso non gli facilitano la vita. E’ bravo nelle uscite, e  nulla può sul primo goal. Forse sul secondo poteva chiudere le gambe ma la distanza era davvero minima. Ottimi i disimpegni non facili, dato il campo inzuppato, coi piedi.

MAKSIMOVIC 7,5: è il migliore del reparto difensivo, non sbaglia praticamente nulla e riscatta la gara di andata in cui si è dimostrato incerto. Dalla sua parte il Bilbao non passa ed è bravo a supportare Darmian quando l’azione riparte e a coprirlo quando il buon Matteo sale.  Spettacolari le sue uscite palla al piede dalla difesa che hanno dato spesso inizio alle ripartenze del Toro.

GLIK 6,5: il più brutto cliente del Bilbao è tutto suo, quell’Aduriz che all’andata è stato tenuto in naftalina per dare tutto stasera. Da luogo ad un duello maschio senza esclusione di colpi dal quale ne esce come vincitore assoluto. Qualche piccola sbavatura, specie dopo l’ingresso del funambolico Williams, ma per il resto gladiatorio e trascinatore che non bada a fronzoli quando è ora di spazzare.

MORETTI 6,5: sbaglia in occasione del goal del 2-2 del Bilbao, ma compie una serie di chiusure fondamentali, compreso salvare un goal che sembrava fatto su un’uscita un po’ avventata di Padelli. Spettacolare il suo lancio per Quagliarella nel primo tempo cosi come il suo salvataggio in anticipo su un pericolosissimo contropiede basco. Ha il grande merito di leggere le giocate offensive del Bilbao in anticipo ed arrivare sempre prima degli avversari. Esperienza e cuore.

DARMIAN 8: devastante sulla fascia, macina come sempre chilometri ed è pericolosissimo nonostante abbia De Marco alle calcagna per 90′. Fa l’assist spettacolare per il goal di Maxi Lopez e si inventa un goal fantastico al 66′ che permette a lui e al Torino di entrare nella storia. Fantastico!

VIVES 7: generosissimo, lotta come un leone in mezzo al campo nella posizione che non è più quella di centrocampista davanti alla difesa. Fa falli ne prende, corre, contrasta, un vero leone che impreziosisce la sua prova con il rigore conquistato nel primo tempo e il suggerimento a Darmian che da il via all’azione del goal di Lopez

GAZZI 6,5: tanta quantità, polmoni e grinta messi al servizio del Toro in una gara spinosa. Ha il difficile compito di correre anche per gli altri quando il Bilbao fa possesso e riesce spesso a interrompere le giocate avversarie ringhiando sui polpacci dei baschi. Becca un giallo che lo limita un po’ ma nel pantano del San Mames sembra trovarsi a suo agio.

EL KADDOURI 7,5: la ciliegina sulla torta della sua gara è senza ombra di dubbio l’assist sfornato a Darmian per il goal che regala il trionfo al Torino, ma al di la di quello gioca 90′ minuti ad un’intensità pazzesca, portando palla a testa alta, prendendo falli fondamentali per spezzare il ritmo degli avversari e servendo i compagni in modo preciso.  Nel finale serve a Martinez sul piatto d’argento il match-ball ma il venezuelano fallisce clamorosamente. E’ l’uomo in più del Toro! (84’ st FARNERUD 6,5: entra e da sicurezza al reparto con 5/6 giocate da campione, tiene palla a testa spegnendo le residue velleità del Bilbao)

MOLINARO 6,5: non fosse per l’errore sul goal del 1-1 sarebbe un 7, infatti ha corso come pochi, sembra avesse 4 polmoni stasera, andando a difendere, fare e prendere falli, provando in più di un’occasione a far ripartire la squadra come sul goal del 3-2.

QUAGLIARELLA 7: corre e si sbatte come un matto per 90′ minuti dimostrando di valere il palcoscenico internazionale, se ancora ce ne fosse bisogno. Trasforma con qualche brivido il calcio di rigore dell’1-0 ma stasera bisogna sottolineare la gara da leader che ha disputato, non trattenendo nemmeno una goccia di sudore, mettendosi al servizio della squadra sull’acquitrino di Bilbao!

MAXI LOPEZ 7: segna un goal decisivo e spettacolare al termine di un primo tempo in cui oltre a rendersi pericoloso ha giocato moltissimi palloni lottando insieme al compagno di reparto e facendo ammattire i baschi che lo temevano. E’ davvero l’attaccante che mancava al Torino e si esalta in Europa, nonostante i due errori che avrebbero potuto chiudere anzitempo la gara, palle però non facilissime perchè giocate a tu per tu col portiere avversario. (dal 73’ MARTINEZ 5,5: in poco tempo la sua velocità gli consente di procurarsi un’occasione clamorosa per chiudere la gara ma la dilapida in modo incredibile).

 

All. VENTURA 8: stupisce un po’ il fatto che si affidi all’esperienza di Quagliarella e Lopez, lasciando in panchina l’imprevedibile e funambolico Martinez che in campionato ormai sembra quasi inamovibile. E la sua scelta è vincente! Stupisce anche la presenza negli 11 titolari di Vives al posto di Farnerud, ma anche in questo caso i fatti gli danno ragione. Al di la delle scelte, presenta al San Mames un Toro gagliardo, senza paura nè timori reverenziali che non lascia al Bilbao campo e lo affonda col gioco in velocità e sulle fasce, vero tallone d’achille anche nella gara di andata. Da ammirare anche per il lavoro psicologico che ha trasformato una squadra fragile e spesso perdente in una schiacciasassi, che anche dopo i goal subiti non accusa mai il colpo ma reagisce da grande!

 

 

Comments

  1. max says

    Dopo una patita come quella di ieri sei ancora capace di dare 6.5 o 5.5 ai nostri ragazzi…no words…
    Dopo questa ennesima dimostrazione di malafede granata voglio chiudere la mia frequentazione con questo blog dicendo che oltre a tutti i 13 leoni del San Mames voglio tenermi bene in mente il nome di chi in mezzo a tanti rompicoglioni senza memoria e storia ha saputo costruire una vera squadra, un vero TORO, il degno erede di Emiliano Mondonico: GIAMPIERO VENTURA!!!
    Dopo quel maledetto 13 maggio 1992 è finalmente rinato il TORO!!!
    GRAZIE MISTER E GRAZIE RAGAZZI!!!
    Saluti granata!
    Max

    • Gianpiero says

      Condivido nessuno si aspettava un toro così gagliardo e indomito .Questi Ragazzi sono rinati,come dici tu non è frutto di fortuna ma bensì di inpegno costante,fatti d ragazzi vogliosi. Non abbiamo bisogno di fenomeni,sono un bel gruppo di gente che merita.Grazie ragazzi grazie Ventura e dico anche un grazie al presidente Cairo.Avanti così Forza Toro

Rispondi a Gianpiero Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>